ottimistaperplesso

Quello che non siamo in grado di cambiare dobbiamo almeno descriverlo (R. W. Fassbinder)

Se potessi ti abbraccerei

” Se potessi ti abbraccerei.”
“Cosa te lo impedisce?”
La domanda lo colse di sorpresa poiché la sua era una di quelle considerazioni che non prevedono risposta, una frase di disimpegno, un convenevole, quattro parole messe a cuscino per alleggerire e preparare al commiato, una depressurizzazione, un paracadute, un disinnesco.
E allora perché quella domanda. Lo si prendeva forse per uno con poco coraggio, uno che fugge dalle proprie responsabilità? Non lo credeva, non credeva di esser mai fuggito davanti a niente, se non una volta ma poi era tornato indietro a dire perché.
” Nulla me lo impedisce, nulla che non possa essere superato.”
E allora cosa lo fermava. L’indolenza, doveva essere questione di indolenza; quel guardarsi vivere compiaciuti che ci fa pagaiare placidi al centro del fiume direzione estuario guardando le rive con a distrarci solo un frullo d’ali che si perde nel bosco. Quel bearsi della propria pena come se averla nota fosse in qualche modo fattore tranquillante e osare per rischiare di scontarne una diversa no, meglio di no. Così anche il morire d’inedia diventa un’abitudine che in qualche modo rassicura, un abito mentale che a toglierselo costa fatica. E’ una specie di dolce indifferenza al mondo, se dolce può essere un’indifferenza.
Eppure non ricordava di essere così indolente se non quando da bambino di domenica restava le ore nella vasca da bagno a guardare l’acqua da sotto, con gli amici che da giù lo chiamavano e la madre che rispondeva “E’ nella vasca da bagno!”; forse più semplicemente non sempre volere è potere e non di tutte le cose che ci fanno brillare gli occhi e l’anima possiamo seguire la scia, ci dobbiamo fermare. Fermarsi già. E allora a cosa è servito questo incontrarsi casuale, quale senso ha avuto il contatto soffice e inaspettato di due spalle, e questo sottile filo di baco con cui si comunicava, questo filo che brillava al sole che fine avrebbe fatto?
No, non si meritava questo, non meritava di perderla.

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Se potessi ti abbraccerei

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: