ottimistaperplesso

Quello che non siamo in grado di cambiare dobbiamo almeno descriverlo (R. W. Fassbinder)

Quattro uomini

 

Peppe

Peppe  faceva il macellaio,  almeno lo ha fatto  fino al quando un tumore al fegato se l’è portato via. Negli ultimi giorni invece che dietro al banco se ne stava seduto vicino alla cassa con la voce diventata un fiotto. “ Sta facendo la chemio, migliora”  diceva la moglie mentre al posto suo affettava le bistecche ma io lo vedevo ogni giorno peggio e gli ultimi era come se l’anima avesse già lasciato il corpo.  Ora è morto e la macelleria la tiene la moglie così quando vado gli dico “Teresa mezzo chilo di macinato per favore ” e faccio finta di niente ma lei ha gli occhi pieni di lacrime.

Ulisse

Si chiama Gino ma lo chiamano Ulisse perché gli somiglia, con la barba che ha  e il viso affilato. Ha sessant’anni e fa il mozzo su un peschereccio; gli dicono “Ulisse prendi il ghiaccio”, e lui va,  “Riempi le bottiglie alla fontana” e lui va. Dicono sia un po’ leggero di cervello e io chissà perché  pensavo  non fosse sposato invece lo è e ha due figlie. Sono bellissime.

Michele

Michele e io abbiamo la stessa età e da piccoli abbiamo giocato a pallone assieme. Ah ma lui era bravo non come me  e già a dieci anni la gente nel cortile si fermava per vedere cosa ti combinava con la palla. Ha fatto anche provini con  la Juve, la Lazio  e altre squadre che non so.  Ma “ …se avesse avuto la testa come aveva le gambe ora non sarebbe qui” dice il barista guardandolo seduto al tavolo.  Ha una birra davanti Michele e guarda verso il mare, la faccia devastata dall’eroina. Non credo lo vedrò più vivo.

Tonino

Tonino lavora alla nettezza urbana dove guida i mezzi che svuotano i cassonetti. La mattina  finisce il turno, parcheggia il camion  allo stesso angolo di strada,  si scuote la polvere di dosso, si aggiusta i capelli  allo specchietto e sparisce dietro al palazzo; non passa un’ora che  ritorna, sale sul camion e riparte per il deposito; tutti giorni  così. In giro si dice  che va a trovare l’ amante, una signora bionda che abita proprio lì e che ha il marito all’estero. Ieri è sceso dal camion con una rosa rossa; l’aveva coperta con un foglio di giornale ma ne usciva la punta.

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Quattro uomini

  1. bella la gente che racconti tu…
    dicono che tutto il mondo è paese
    alcuni sembrano un po’ quelli che vivono qui…

    ciao:) e grazie

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: