ottimistaperplesso

Quello che non siamo in grado di cambiare dobbiamo almeno descriverlo (R. W. Fassbinder)

In barca

Oggi è cominciata la mia stagione di pesca; in ritardo a dire la verità ma il tempo e un problema all’impianto elettrico ci hanno messo lo zampino facendo passare aprile e maggio; giugno però è un buon mese per uscire perché comincia la stagione degli sgombri.
Ieri ho preparato le esche, le lenze e ho fatto benzina; stamattina io e Giovanni siamo partiti. Dopo l’alba la giornata si presenta grigia e il mare pare una grande pelle di serpente; siamo diretti all’orizzonte dove altre barche sono già in pesca.
006

Fendere le onde e allo stesso tempo adagiarvisi, lasciarsene cullare, scendere nel cavo, risalirne la cresta, adeguare il proprio baricentro agli spostamenti dello scafo, seguire una rotta e contemporaneamente guardarsi attorno. Che bello qui, che bella questa vita mobile. Un delfino compie le sue evoluzioni a pochi metri dalla barca.
014 (2)

Ma questa non è una giornata di pesca è un film, uno di quelli tra favola e realtà. Mezzo miglio più avanti vediamo una pinna immobile nell’acqua; è un pesce luna una di quei “mostri” meravigliosi di cui è pieno il mare. Ha l’abitudine nei mesi estivi di stazionare in superficie, a noi pare che dorma così ci avviciniamo. Nel retino più grosso che ho entra solo la testa ma è utile a portarlo sotto bordo; Giovanni, la forza di mille tori, lo solleva e depone sulla plancia. Una bocca potente, la faccia di un suonatore di trombone, l’occhio nero e tondo a dire “Non ho mai fatto male a nessuno io!” pare una luna vera, bella come quella dei cartoni; un pesce felliniano. Una foto e poi lo liberiamo.

?????????????

Si pesca finalmente; poco piombo, sugli ami i filetti di alici; via giù. E’ un flettersi di canne ora, un balenare verdastro di sgombri risucchiati dal profondo. Alla fine ne prendiamo 46. Li preferisco alla brace, marinati in olio extravergine, limone, aglio, prezzemolo, accompagnati da un bianco freschissimo.
036

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “In barca

  1. m. in ha detto:

    dovendo scegliere, una cena la farei con il pesce azzurro più che col principe azzurro… mi piace molto. come il tuo post.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: